MANUTENZIONE PARCHI GIOCO


 Ciao, scrivo questo post dopo un attenta riflessione sul problema della manutenzione delle aree gioco. Molto spesso ci si limita a considerare questo aspetto legato esclusivamente solo alla qualità del materiale impiegato per realizzare le attrezzature gioco. Credo, mia opinione, che questo punto di vista sia solo parziale se non certe volte, fuorviante. Cerco di spiegarti meglio il mio punto di vista. La manutenzione viene effettuata essenzialmente in due occasioni:


  •  quando la struttura ha già un po' di anni sulle spalle 

  • In presenza di atti vandalici 

 Ovviamente nella prima situazione si rientra nella normale gestione del proprio patrimonio. In questo caso la scelta dei materiali con cui le attrezzature vengono realizzate, assume certamente un ruolo fondamentale ( attrezzature in legno piuttosto che in acciaio..... Evidente la differenza)

 Nella seconda situazione invece, il problema si fa più complesso, ma non impossibile da attenuare.


Se sin qui sei d'accordo con me, almeno sulla prima situazione, bene!


Proseguiamo. Il fenomeno del vandalismo, che qui certo non mi addentrerò in cervellotiche e accademiche spiegazioni, ha pero' una base di partenza sulla quale molti studiosi concordano, almeno per gli atti più comuni: l'azione di vandalismo non è diretta contro l'oggetto come tale, ma per ciò che rappresenta o per ciò che non rappresenta.


 I parchi gioco sono spesso realizzati per i bambini sino ai 10/12 anni e non sono mai di interesse per la fascia adolescenziale. Nella fase di progettazione di un area giochi o ludica, per questa fascia di età non viene mai offerto nulla di trasversale se non in rari casi, affiancare aree sportive. Da una ricerca condotta in Europa, emerge che questa fascia di età richiede sempre con maggior forza degli spazi a loro dedicati e riconoscibili, all'interno di aree gioco. Spazi che diano la possibilità di ritrovarsi in un

luogo giovane, accattivante e multimediale, che sia loro ma non isolato dal contesto che sta attorno. Ecco allora che sono convinto che il vandalismo abbia delle soluzioni possibili tenendo presente tre aspetti sin dalla progettazione di un parco:


  • SCELTA DEI MATERIALI 

  • PROGETTAZIONE MIRATA 

  • ATTENZIONE AL " bello"

sono convinto, per mia esperienza personale, che un modo per combattere il vandalismo sia porci durante la progettazione, in un'ottica di realizzare anche qualcosa di bello, piacevole e riconoscibile, per le fasce di età dove questo fenomeno è più  presente.

sempre più volte mi trovo di fronte a "parchi gioco" che di bello non hanno nulla; anzi comunicano o danno l'idea di essere giunti in un posto scialbo e non pensato per chi deve usufruirlo, ma solo come...." volevate un parco giochi? bene questo è quanto e vi deve bastare..."

capisco bene le difficoltà che le amministrazioni,  al giorno d'oggi devono affrontare, ma non è detto che anche con un budget piccolo si debba per forza ricorrere a fare qualcosa di brutto, che come contropartita avrà una bassa risposta da parte degli utilizzatori e non riconosciuto come luogo d'incontro.


3 visualizzazioni
  • Black Icon Instagram

3394051913

P. IVA 11047080962

©2020 di Bellingardo Pietro Created by Gioele Fait